Abbiamo parlato tante volte dell’importanza di essere grati per tutto ciò che viviamo, esprimendo questa sentimento con mente, cuore e volontà uniti assieme. Per questo da oggi, senza più rimandare, ricordiamoci di ringraziare tutto (ma proprio tutto) quello che è presente nella nostra vita: ogni oggetto, ogni persona, ogni situazione. Questo dimostra che abbiamo compreso che se è presente significa che deve insegnarci qualcosa e ci è utile per compiere il nostro prossimo passo di crescita. Questo vale per ciò che è facile come per ciò che è difficile, per il dolore come per la gioia, per la salute come per la malattia. Tutto, veramente tutto, rimane fino a quando non abbiamo compreso completamente il perché della sua presenza, attraverso la sua accettazione profonda. L’accettazione e la gratitudine sincera infatti favoriscono il disgregarsi dei reticoli magnetici che ci intrappolano nel susseguirsi infinito di schemi irrisolti. Quando i reticoli cominceranno a sciogliersi, sarà molto più facile accedere ai nostri talenti e alle nostre conoscenze dimenticate e la vita diventerà un percorso di consapevolezza, dove la Luce e l’ombra si alterneranno senza creare in noi sgomento, paura e totale senso di impotenza. Sarà più facile ricreare la nostra esistenza, esprimendo appieno le nostre infinite potenzialità.  Come sempre a noi spetta scegliere e decidere quale direzione dare alla nostra vita, ricordando che la rabbia e il rifiuto continueranno a produrre i vecchi risultati e ci manterranno legati al dolore. Per cui, perchè non provare ad aprire il nostro cuore e imparare a iniziare a dire GRAZIE alla Vita ?

Maria Cristina Sapori