LAVANDA VERA (LAVANDULA ANGUSTIFOLIA)

La lavanda vera ha come costituenti biochimici principali gli esteri (acetato di linalile circa il 50%) e i monoterpenoli (linalolo al 30%-40%). Essa risulta utile per il benessere del sistema nervoso centrale e possiede azione calmante, spasmolitica, ansiolitica. Diverse ricerche dimostrano la sua efficacia come coadiuvante per l’insonnia e per favorire un sonno profondo. Possiede anche proprietà antinfiammatorie, antalgiche e antisettiche.

SPIGO (LAVANDULA LATIFOLIA)

La lavanda latifolia o spigo contiene esteri solo al 2% (acetato di linalile) anziché il 50% della angustifolia. Lo spigo contiene invece buone percentuali di ossidi (cineolo o eucaliptolo al 1,8%) ad azione balsamica e altri ossidi per una percentuale complessiva che varia dal 25 al 38%. Questa varietà contiene monoterpenoli, una famiglia biochimica con proprietà antinfettive, nella percentuale del 30%, come la lavanda vera. Dall’analisi biochimica della lavanda latifolia si può comprendere la sua efficacia per coadiuvare le problematiche collegate a raffreddori, mal di gola, bronchiti e tosse spasmodica. Risulta efficace anche per lenire le scottature.

Sia la lavanda vera che lo spigo hanno le seguenti caratteristiche:

PIANETA: MERCURIO – LUNA (satellite)
QUALITA’ ENERGETICA: yin – yang
PROPRIETA’: analgesico – anticatarrale ed espettorante – antisettico – antidepressivo – antireumatico – antinfiammatorio – antiseborroico – cicatrizzante – diuretico – sedativo – repellente gli insetti


TOLLERABILITA’ CUTANEA: è un O.E. ben tollerato e il suo utilizzo non presenta particolari controindicazioni, ad eccezione, naturalmente, di allergie specifiche alla lavanda. 

UTILE IN CASO DI: tutte le affezioni dell’apparato respiratorio (dal raffreddore, alla tosse secca e persistente, alle laringiti, infezioni della gola, stati influenzali in genere). Si raccomanda l’applicazione locale su gola, petto e schiena e la sua utilizzazione nei fumenti. Ottimo l’uso per le palpitazioni da sovraccarico di tensione e stress, l’ansia, l’insonnia. Efficace per gli spasmi e le coliche. Largamente riconosciuto anche il suo impiego per la prevenzione dei disturbi uro- genitali (cistiti, infiammazioni vaginali, candidosi).


ZONE DI APPLICAZIONE: tutto il corpo, compreso il viso (con attenzione alla zona perioculare), in particolare secondo ckakra (Svadisthana o chakra sacrale, zona sotto- ombelicale, addome, zona renale), terzo chakra (Manipura o chakra solare) e quarto chakra (Anahatha chakra o chakra cardiaco, area di cuore, polmoni e bronchi).

NOTA BENE: Questo olio essenziale è utilizzato come base in tutte le miscele rilassanti e di protezione della nostra sfera energetica ed emotiva.